Una valida alternativa per il fresco in estate: il condizionatore portatile

L’estate è una stagione davvero meravigliosa in cui i momenti di relax e riposo sono intervallati da altri momenti ricchi di attività all’aperto e divertimento.

Tuttavia bisogna dire la verità: il caldo estivo a volte può essere davvero troppo.

L’afa che c’è in alcuni giorni ti può portare ad avere una grande spossatezza ed anche il solo minimo pensiero di muoverti può sembrare terribilmente stancante.

Ecco quindi che, in molti casi, la propria casa, od i luoghi pubblici climatizzati, sembrano l’unica alternativa.

Ma che fare se la propria casa non ha un climatizzatore installato?

La risposta sta racchiusa nel miglior condizionatore portatile: un valido aiuto per aiutarti a sopportare meglio le giornate in cui il termometro sfiora, o supera addirittura, i 30°.

 

Condizionatore portatile: cos’è e perché sceglierlo

Il condizionatore portatile è un dispositivo volto a refrigerare una determinata area limitata e, grazie alla sua struttura a monoblocco, può essere facilmente trasportato da un luogo all’altro.

Insomma, un condizionatore che ben si adatta ad ogni occasione ed evenienza e che, molto spesso, può salvarti in moltissime circostanze.

Al giorno d’oggi, quasi tutte le case, hanno un impianto di climatizzazione fissa. Quando questa viene a mancare, però, il benessere nel restare tra le proprie mura di casa può essere compromesso. In special modo di notte in cui il sonno diventa difficile ed agitato.

Il condizionatore portatile, in questi casi, diventa davvero essenziale ed il suo acquisto è quasi obbligatorio.

 

Condizionatore portatile: i suoi punti di forza

Come avrai già capito, il condizionatore portatile, è un apparecchio estremamente utile se nella tua casa non hai altre tipologie di climatizzatori.

Tuttavia, la sua grande versatilità si sposa anche a molti altri utilizzi.

Basti pensare ad un garage, ad un ripostiglio, ad un ufficio, oppure ad un’altra zona esterna alla zona principale della casa, in cui il refrigeramento centrale non arriva.

Oltre alla versatilità, però, c’è anche un altro vantaggio che non va assolutamente sottovalutato.

Stiamo parlando del risparmio energetico che questo apparecchio comporta.

Se ben calibrato e ben posizionato, il condizionatore portatile, porta ad un costo finale sulla bolletta decisamente inferiore.

Altro grande punto di forza è sicuramente il fatto che, questa tipologia di aria condizionata, non necessita di nessun tipo di lavoro edilizio.

Da notare anche il fatto che, la manutenzione, è decisamente più semplice e veloce rispetto ad un condizionatore fisso.

Un semplice panno umido ed il gioco è fatto.

 

Condizionatore portatile: i suoi svantaggi

Ogni cosa ha anche il suo rovescio della medaglia, e quindi non possiamo non dirti che, anche il condizionatore portatile, ha i suoi piccoli difetti.

Non essendo collegato ad una unità esterna è ovvio che, il sistema di scarico della condensa, debba essere stato progettato in un altro modo.

Infatti, questa tipologia di apparecchi ha, in genere, una tanica da svuotare manualmente una volta piena.

Questa operazione è davvero facile e veloce da fare, tuttavia, se lo si usa davvero molto, può essere necessario farlo anche per più volte al giorno.

Esistono alcuni modelli che hanno poi uno scaricatore interno che espelle in maniera automatica la condensa, ma questo fattore lo devi considerare prima dell’acquisto in base alle tue necessità.