Orologio al quarzo o meccanico? Guida alla scelta

Le lancette scandiscono il tempo ma anche i momenti clou della vita di ognuno, l’attaccamento all’orologio come accessorio irrinunciabile anche nell’era digitale è segno di come questo oggetto pratico e utile può instaurare anche un legame affettivo con chi lo porta. Al pari dei tempi, anche l’orologio si evolve ma non tramonta. Impossibile stilare classifiche e podi dei migliori modelli perché ogni orologio è un pianeta a sé, ma una suddivisione si può fare in base al funzionamento tra modelli meccanici e al quarzo. I primi sono i più tradizionali, quelli che funzionano sulla base di complessi ingranaggi e molle che facevano impazzire gli orologiai. Questi orologi di vecchia memoria, pur rinnovati, esistono ancora e incarnano l’immaginario dell’orologio che ci portiamo dietro dall’infanzia, per farli funzionare bisogna caricarli a mano, ricordate?

Una consuetudine quotidiana che, se dimenticata, fa fermare l’orologio, basta invece girare fra le dita quella manopolina laterale e tutto fila liscio, ma c’è un ma… per quanto possano essere di qualità, questi orologi non garantiscono la massima precisione e, in media, anche se caricati quotidianamente, tendono a perdere almeno un’ora, quindi si dovrà monitorare attentamente il quadrante per poter rimettere l’orologio all’ora giusta, di tanto in tanto. Oggi la maggior parte degli orologi da polso in commercio, di cui è possibile ammirare un ampio ventaglio di scelta su www.sceltaorologi.it, funziona al quarzo, anche quelli digitali. Il sistema di funzionamento fa leva su un minuscolo cristallo di quarzo elettrificato che scandisce il tempo sulla base di microvibrazioni, un sistema comodo e automatico che sostituisce la carica manuale.

Una volta scelto fra i due tipi di orologi, meccanico o al quarzo, si dovrà fare particolare attenzione ai materiali, che danno un tocco di stile e unicità ad ogni modello, determinandone anche il prezzo a seconda del pregio dei prodotti impiegati. Fibbia, cinturino, quadrante si differenziano proprio in base ai materiali utilizzati nella fattura, dall’acciaio all’oro, ma anche plastica e legno negli ultimi modelli di tendenza. Negli orologi da donna, poi, si tende a sostituire il classico cinturino con dei bracciali che sono dei veri e propri gioielli da esibire come accessori di alta moda.