La storia del Pinscher Nano

Se possiedi un Pinscher Nano, o sei semplicemente affascinato da questo guerriero in miniatura, ti sarai sicuramente chiesto da dove provengano questi esemplari e quale sia la sua storia e la sua origine. Per poter individuare le prime tracce di Pinscher nano, dobbiamo tornare molto indietro nel tempo fino al Neolitico.

Sebbene, infatti, la razza sia stata ufficializzata solamente all’inizio del ventesimo secolo, interessantissimi resti archeologici testimoniano l’esistenza di un antenato di questo cane databile a migliaia di secoli fa. Alcuni crani di cano ritrovati, presso i laghi di Costanza, Biel e Bodman in Germania tradiscono, infatti, una notevolissima somiglianza con i Pinscher Nani dei nostri giorni. Purtroppo non esiste alcuna documentazione scritta che descriva nei particolari questi animali, probabilmente perché essi furono per secoli i cani usati dai contadini, essendo proprio per questo tenuti in scarsa considerazione.

La prima citazione in letteratura di questi cani risale soltanto al 1835, quando il Dottor Reichembach nel suo ” Il cane nelle sue razze principali e secondarie”, distinse due tipologie di Pinscher Nano: i pinscher dal pelo ruvido e quello dal pelo liscio. Il Dottore classifica i due tipi in base al loro carattere e alle loro attitudini, per cui inserisce il primo nella categoria dei barboni, il secondo in quello dei cani da caccia. Sempre a partire dal diciannovesimo secolo l’uomo cominciò un’attenta selezione, arrivando a creare altre razze dal Pinscher Nano. Una curiosità: forse non sai (ma potresti comunque averlo immaginato a causa della notevole somiglianza) che il Doberman è il risultato di una di questa selezione, e che quindi è strettamente imparentato col più mingherlino pinscher. Tutto cominciò quando Karl Friederich Louis Doberman, cominciò a lavorare su diversi tipi di pinscher per ottenere un cane che potesse difenderlo nel suo pericolosissimo lavoro (all’epoca) di esattore delle tasse. Realizzò il suo sogno creando il Dobermann Pinscher, abbreviato poi solamente in Doberman.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *