La croce direzionale del gamepad: di cosa si tratta?

Diversi anni fa, ossia parliamo degli anni ’70 e ’80, all’epoca in cui venivano presentati i primi videogiochi domestici con cui divertirsi in casa, possiamo dire che i gamepad non erano molto popolari. I dispositivi di gioco per computer e console di solito erano solo ed esclusivamente i joystick, sebbene in commercio potevamo già trovare i gamepad. Ad esempio uno dei più famosi videogiochi dell’epoca, ossia l’Atari 2600, aveva un joystick estremamente minimale, tuttavia la terza generazione di videogames ci ha presentato una serie di controller più elaborati ed innovativi. Il primo vero e proprio gamepad che è simile a quelli che possiamo trovare oggi è quello del Nintendo Entertainment System, che venne chiamato anche Famicom, da Family Computer.

E’ un tipo di piattaforma inventata nel 1983, era entrata in commercio in Europa solo nel 1986. Diciamo che questa piattaforma fino al 1995 ha venduto circa 62 milioni di pezzi. Sicuramente presentava un design particolarmente innovativo per l’epoca, inoltre grazie a giochi come Super Mario Bros è sicuramente entrata nella storia del gaming. Oggi è un oggetto da collezione ormai, ma è una delle prime piattaforme che si avvaleva di un gamepad utilissimo e ergonomico. Il gamepad quindi aveva questa famosa croce direzionale, che era stata inventata da Gunpei Yokoj e venne utilizzata successivamente da molti giochi elettronici portatili Nintendo. Questa croce direzionale, chiamata anche in gergo tecnico D-Pad, è formata dai quattro tasti uniti in un unico supporto che ci consente di avere un movimento del personaggio o del cursore. È decisamente comoda perché ci basta appoggiarci solo un pollice e premere verso la direzione scelta per comandare il movimento del personaggio. Il particolare joypad Nintendo diciamo che ha un aspetto quadrato e oltre alla croce direzionale aveva anche una serie di pulsanti di azione, chiamati A e B, quelli di selezione e avvio del gioco. Per quanto ad oggi possiamo pensare a questa croce direzionale come qualcosa di basico per i videogiochi, non è sempre stato così, la rivoluzione che ha portato è stata profonda e duratura, e tutt’ora nei più moderni gamepad troviamo ancora almeno una croce direzionale, insieme a tanti altri tasti. Per scoprire tutti i modelli più moderni e anche i prezzi e i consigli in merito cliccate su www.sceltagamepad.it